• L'insostituibile "Herman"

Un saluto al grande Ermanno

Martedì 1 luglio alle ore 11 il Real San Marco e l'Edo Mestre RSM si riuniranno presso la chiesa di San Giuseppe in viale San Marco per le esequie di Ermanno Facchin, mancato lo scorso giovedì 26 giugno all'affetto dei suoi cari e di tutti coloro che hanno hanno avuto il piacere di conoscerlo e di collaborare con lui. Di Ermanno non potremo mai dimenticare la grande umanità, la generosità e la competenza con cui si è sempre dedicato alle sue passioni dentro e fuori del rettangolo di gioco. Con la sua improvvisa scomparsa il calcio dilettantistico mestrino perde una figura di grande professionalità e passione sociale. Per questo il nostro abbraccio sarà forte e caloroso a lui ed alla sua bellissima famiglia, alla moglie Betty, ai figli Pippo, Alvise e Marco.

Home

Buona festa di Liberazione a tutti

Mi sento di smentire in prima persona buona parte di quanto apparso su Il Gazzettino di Venezia ieri Giovedì 24 aprile (Sport a p. XXVI) per cui ci sarebbe un accordo di "vendita" della F.C. Edo Mestre RSM i cui termini sarebbero già ampiamente definiti.

In primo luogo non ho mai fatto un mistero (quantomeno da dicembre scorso e sul medesimo quotidiano) che sia necessario un allargamento, o un rinnovamento della nostra compagine dirigenziale: vari fattori congiunturali del calcio d'oggi, in particolare nel nostro Comune, richiedono ciò. Ribadisco che l'Edo Mestre fa questa affermazione da società in salute sia dal punto di vista economico che strutturale.

L'articolo citato riporta tante notizie verosimili quanto sono quelle assolutamente NON vere: non abbiamo mai avuto contatti con imprenditori del Sud e si fanno nomi o riferimenti ad alcune persone che stimo ma con cui non ho avuto il piacere di parlare negli ultimi mesi.

Smentisco altresì che vi sia alcunchè di definito o di deciso sul futuro della nostra società: considero prematuro parlarne ora e chi vuole bene all'Edo e ritiene di poter dare un suo apporto alla discussione, dovrebbe attendere che sia il momento opportuno per farlo. Mancano ancora 2 giornate e 180 minuti di passione per l'acquisizione della salvezza diretta, che vediamo come l'obiettivo primario in questo momento.

Infine ci tengo a rimarcare che, io e la mia "famiglia" - ma sarebbe il caso di dire "la famiglia dei dirigenti storici dell'Edo" - non lasceremo mai il calcio mestrino perchè è cosa che abbiamo stampata nel nostro DNA.

Ora concentriamoci sulla salvezza con il giusto sostegno da parte della Città e dei Tifosi. A partire dal risultato acquisito prenderemo le nostre decisioni, sperando come sempre che siano le migliori per il futuro dell'Edo e del calcio a Mestre.

Buon 25 aprile a tutti!

Edoardo Luppari

presidente F.C. Edo Mestre RSM

 

Informazioni aggiuntive